Si sa, il mercato finanziario è una macchina non facile da gestire e difficile da prevedere. Sono molti i casi di società che hanno cominciato dal nulla e sono diventate milionarie, così come di società che sono entrate con prepotenza e sono state poi dimenticate. Di seguito 10 curiosità finanziare scelte e selezionate per la loro particolarità e l’interesse che potrebbero suscitare:

1. L’azione in borsa che costa più di una casa e di un’auto: il costo di un’azione della Berkshire Hathaway, colosso finanziario con una lunga storia alle spalle, rilevato negli anni ’60 da Warren Buffett, noto come l’Oracolo di Omaha e guru della finanza, ammonta a 130 mila dollari per singola azione. Nel 1962 Buffett acquisto una partecipazione di quella che allora era un’industria tessile in decadimento, che oggi invece vale 119 miliardi di dollari e che ha ottenuto un +16% recentemente in Borsa.

Immagine 10 Curiosità Finanziarie Che Forse Non Conosci

2. Il titolo azionario che ha ricevuto il più alto boom in borsa nella storia dell’economia è Medbox: +3000%, grazie a cosa? Dispenser per marijuana. La piccola società statunitense si è elevata al successo in meno di due settimane, aumentando il suo titolo da 4 a 215 dollari, poi crollato sotto i 100 dollari, ed una capitalizzazione passata in quattro sedute da 45 milioni a 2,3 miliardi di dollari. La società in questione prevedeva di realizzare un fatturato di soli 24 milioni. Questo boom sui titoli è avvenuto all’indomani della legalizzazione della Marijuana nello stato di Washington e Colorado.

3. La seconda società ad avere una grossa quotazione si occupa di cioccolata ed è svizzera, la Lindt & Sprüngli: 36 mila dollari per singola azione. Segue poi, terza la Rothschild, con 19 mila dollari per azione.

4. Apple è il marchio che vale di più al mondo, con i suoi 185 miliardi di dollari, questo secondo la classifica BrandZ top 100, stilata da Millward Brown. Dopo il marchio della mela più famosa al mondo, segue quello di Google, con 113 miliardi di dollari.

5. Fra le top 100 si trovano anche due aziende italiane: Gucci è al 68imo posto e Prada al 95imo. Entrambe hanno un valore di brand in crescita, del 48% per Gucci e del 63% per Prada. Gucci ha un valore di 12,7 miliardi di dollari. Prada “solamente” 9,5 miliardi.

6. Secondo una stima, nel 2030 gli stati uniti saranno al primo posto per crescita mondiale, il PIL della Cina crescerà del doppio avvicinandosi a quello degli Usa. L’India, che oggi è all’ottavo posto, entro 15 anni potrebbe superare Brasile, Regno Unito, Giappone, Francia e Germania.

7. L’oro è l’unica asset class non posseduta da nessuno. L’uomo ne ha estratto fino ad ora circa 161 mila tonnellate, ma si ritiene che l’80% delle riserve di Oro sia ancora da estrarre

8. Facebook potrebbe raccogliere informazioni finanziare personali e rilasciarle, dietro compenso, alle banche o agli istituti che, in vista di un prestito personale, potrebbero farne richiesta per meglio valutare le possibilità del proprio cliente. Il brevetto di Zuckerberg è ancora in discussione.

adv-731

9. Uno studio condotto dalla Boston University e dalla Warwick Business School sostiene che il trend delle ricerche di Google possa suggerire una imminente crisi finanziaria: lo studio ha scoperto, analizzando dati dal 2004 al 2012, che prima di un crollo in borsa aumentano le ricerche di termini legati ad economia e politica

10. Esistono degli “psicologi di mercato” che cercano di analizzare e scovare delle irregolarità nelle “dark pool” del mercato: un vero e proprio lato oscuro, che a volte agisce da leva nelle azioni. Una recente sanzione ha visto applicare una multa di 70 milioni di dollari ad una banca londinese, accusata di tali irregolarità.