Oggi parliamo di Plus500, un’autorità nel campo del trading con i CFD. Con la sua esperienza, il know-how costruito durante anni di attività, si è imposto come uno dei punti di riferimento per i trader esperti e meno esperti che intendono operare con raziocinio.

Scopriamo dunque l’offerta di Plus500, gli strumenti che mette a disposizione, i servizi che eroga, il suo approccio ai prezzi.

*I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’82% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario valutare se si può sostenere il rischio elevato di perdere il capitale investito.

Una panoramica su Plus500

Per i trader con una certa esperienza alle spalle, Plus500 non necessita di presentazioni. E’ infatti uno dei broker più importanti e famosi. A testimonianza di ciò, un dato più importante di quanto si possa immaginare: è sponsor di alcune prestigiose squadre di basket (es. i Chicago Bulls). La prova dell’affidabilità di Plus500, tuttavia, proviene dai feedback degli utenti, che sono generalmente positivi; nonché dalla nutrita community di trader che ha costruito in questi anni.

Non mancano però le rassicurazioni di tipo “tecnico”.  Il riferimento è ovviamente alle licenze. Plus500 ne possiede molte. Su tutte, quella erogata dalla Cysec, uno degli enti regolatori più importanti al mondo. Plus500CY Ltd è autorizzata e regolamentata dalla CySEC (#250/14).

Un altro segnale di affidabilità risiede nella politica di gestione dei fondi. Quelli dei trader sono “segregati”, ovvero depositati presso terzi. In questo modo, i destini del Broker – che si preannunciano comunque floridi – sono staccati da quelli utenti. Insomma, essi non corrono alcun rischio da questo punto di vista.

ftmo

Un altro segnale di affidabilità è la presenza di Plus500 medesima nei mercati internazionali. E’ quotata in borsa, caratteristica niente affatto scontata per un Broker, per la precisione alla borsa di Londra. Il suo titolo azionario, inoltre, è inserito nell’indice FTSE 250.

La vera assicurazione sull’operato di Plus500 è però la sua stessa mission, lo scopo che muove il suo operato: rendere l’accesso ai mercati più fluido e intuitivo anche alle persone comuni. Al netto, questo è chiaro, dell’impegno e della disciplina che si devono profondere per investire con ragionevolezza.

Un focus sui CFD

Plus500 opera esclusivamente con i CFD, dunque vale la pena fornire una breve panoramica di questi strumenti.

Plus Post

I CFD sono strumenti derivati, che riflettono le performance di un asset, il quale per l’occasione assume la qualifica di “sottostante”. Chi trada con i CFD non scambia gli asset reali, ma genera per sé stesso e per il mercato effetti paragonabili al trading diretto. Il tutto, senza gli effetti collaterali di quest’ultimo.

Pensiamo per esempio al trading diretto di criptovalute, che presuppone il loro possesso e quindi il rischio di cadere nelle frodi. Pensiamo al trading diretto delle materie prime, che presuppone non solo il loro possesso reale ma anche la necessità di tenerle al sicuro, persino di curare la loro manutenzione.

Per una serie di motivazioni tecniche che qui non approfondiamo, gli CFD sono anche più agili e accessibili. E’ la loro stessa struttura che consente al broker di applicare costi più bassi rispetto al trading diretto, asset con asset.

L’offerta di Plus500

Entriamo ora nel vivo della valutazione di Plus500 parlando dell’offerta di CFD. Ebbene, si tratta di un’offerta semplicemente sterminata, che copre buona parte delle asset class esistenti e mette a disposizione più di un migliaio di strumenti. Ecco le asset class rappresentate. Ricordiamo, qualora ce ne fosse bisogno, che queste possono essere tradate solo mediante CFD.

  • Criptovalute, gli asset del momento. Plus500 ne tratta a decine, tra quelle più famose e quelle meno famose (ma non meno interessanti).
  • Indici, ovvero i “contenitori” delle azioni, gli strumenti che sintetizzano un comparto, un paniere di azioni omogeneo dal punto di vista geografico etc.
  • Forex. Plus500 mette a disposizione CFD afferenti alle più disparate coppie di valute. Non quelle a base di euro dollaro sterlina yen, quindi.
  • Materie prime. Anche in questo caso Plus500 spicca per la varietà. Si trovano CFD a base di asset energetici, a base di metalli, a base di beni di prima necessità (es. caffè, grano).
  • ETF, strumenti molto particolari, che a loro volta si agganciano a determinati asset secondo un principio di indicizzazione passiva.

*I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’82% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario valutare se si può sostenere il rischio elevato di perdere il capitale investito.

Plus500, la politica dei prezzi

A fare la fortuna di Plus500 è stata anche la politica dei prezzi. Una politica che punta alla sostenibilità. Lo si evince dalla scelta di azzerare le commissioni, che vengono sostituite dagli spread (la differenza tra prezzi di mercato e prezzi del broker). A conti fatti, una scelta che tira acqua al mulino dei trader.

Sono gratis anche i depositi e i rollover. In questo modo, Plus500 riserva agli utenti una più fluida gestione del capitale. Ma potrebbero essere applicati altri costi e spese, per maggiori informazioni visita: https://www.plus500.com/en-CY/Help/FeesCharges?productType=CFD

Plus500, un Broker che si pone al fianco dei trader

Pur nel legittimo e sacrosanto rispetto dei ruoli, Plus500 si pone dalla parte del cliente. Lo fa fornendo un servizio premium, accanto a quello standard. Il servizio Premium comporta alcuni interessanti benefit, come la possibilità di essere supportati da un team di esperti e da un account manager dedicato. Chi sceglie il Premium, infine, riceve regolarmente email con analisi di esperti e accede a webinar di trader esterni (che garantiscono terzietà). Tuttavia, i clienti professionali perdono i loro diritti ICF.

Un altro segno della vicinanza di Plus500 agli utenti è la predisposizione di un efficacissimo conto demo. Con questo termine, si intende un conto che all’apparenza opera nei mercati, ma che in realtà è rimpinguato con denaro fittizio. In questo modo, gli utenti possono fare pratica, sia in generale che con le funzioni e i servizi del broker, senza correre alcun rischio economico.

Infine, va citata la sezione dedicata alla formazione. Esatto, Plus500 contribuisce al percorso formativo degli aspiranti trader. Lo fa con una pletora di contenuti, tutti interessanti e ben modulati, con una vera e propria “accademia” in grado di trasmettere competenze e sapere.

Prova o fai pratica di trading usando il conto demo illimitato di Plus500, clicca qui.

*I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L’82% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario valutare se si può sostenere il rischio elevato di perdere il capitale investito.