Italiani popolo di risparmiatori

Indagini recenti, hanno evidenziato come gli italiani abbiano paura di investire e che più del 50% di loro preferisca conservare i propri risparmi e rifugiarsi nel cash. Questo atteggiamento è sicuramente imputabile al periodo storico che stiamo vivendo, la forte crisi economica, l’insicurezza lavorativa, ci porta a pensare al futuro in modo non proprio ottimistico. Gli italiani, tutelandosi in maniera preventiva da un’eventuale emergenza che potrebbero essere costretti a gestire, preferiscono conservare i propri risparmi in vista di un futuro cupo e incerto, piuttosto che investire in un presente altrettanto insicuro. Un’altra causa, che scaturisce negli italiani preoccupazione e impedisce loro di investire, è legata alla paura di un ulteriore aumento delle tasse e ad una forte sfiducia nei confronti di istituzioni e banche, ragion per cui si preferisce mantenere il denaro in contante piuttosto che creare conti bancari.

Paure tra i trader

Questa preoccupazione comincia ad estendersi anche verso coloro che sono soliti speculare nel mercato Forex trading e che quindi sono abituati a reggere l’adrenalina di un certo tipo di rischio. In qualche modo, la paura di perdere denaro sul mercato Forex è maggiore rispetto alla voglia di guadagnarlo. Ma non è solo questa la ragione che, in qualche modo, riesce a sabotare le nostre attività. Infatti, la perdita di denaro non è l’unico fattore negativo che interferisce sul nostro trading, al contrario, è possiamo individuare anche altre tre tipologie di paure: paura di sbagliare, paura di perdere un movimento molto forte del mercato e paura di lasciare al mercato tutto o parte del denaro guadagnato fino a quel momento.

Immagine Come Mai le Persone Hanno Paura di Investire?

Come combattere la fobia del tasto buy & sell?

È possibile racchiudere le paure del trader in una sola parola e, cioè, fobia del tasto buy & sell. Con questo termine si vuole indicare il momento in cui il trader si trova incapace di operare, per le ragioni che abbiamo precedentemente espresso. Ma come si fa a superare questa fase? Per diventare un trader vincente, è necessario sottoporsi ad un cammino lungo, fatto di studio meticoloso e di informazioni sempre aggiornate. Non bisogna avere fretta né di imparare né di investire cifre troppo grandi o, soprattutto, troppo sproporzionate rispetto alle proprie capacità di gestione e alla capitalizzazione del proprio conto. Si consiglia, dunque, di procedere facendo pochi passi per volta, iniziando con piccoli investimenti, che potranno essere aumenti parallelamente al miglioramento delle proprie capacità di generare profitti.  Un altro consiglio, che conferirà maggiore sicurezza al tuo modo di fare trading, è l’individuazione di una strategia. Avere una giusta strategia da seguire ti permetterà di stabilire preventivamente delle linee guida da poter applicare in diverse situazioni, cosa che ti renderà sempre preparato durante lo svolgimento dell’attività, abbattendo le tue preoccupazioni. Dunque, capire attraverso la progettazione di una strategia preventiva quando entrare nel mercato, quando uscire, come impostare gli stop loss e i take profit e decidere se usare il classico stop loss oppure quello dinamico, ti permetterà di studiare in anticipo le tue mosse e, di conseguenza, conferirà maggiore fiducia in te stesso.