Le campagne pubblicitarie dei broker, molto spesso, diffondono un messaggio fuorviante: grazie al trading, è possibile guadagnare molti soldi in poco tempo. I più arditi arrivano a parlare persino di milioni di dollari. La verità è un’altra: serve tempo, costanza, fatica. Nessun pasto è gratis, men che meno nel trading online che, anzi, è un ambiente molto competitivo. Anche perché, come narrano le più recenti statistiche, solo il 15% dei trader conclude l’anno in attivo.

Ciò non significa che diventare milionari con il trading sia impossibile. C’è chi ce l’ha fatta ed è diventato veramente ricco. A cosa serve una classifica dei trader più ricchi? Per soddisfare una curiosità, certo, ma anche per comprendere quale sia la migliore delle ipotesi possibili, il miglior risultato raggiungibile. Ecco gli 8 trader più ricchi del pianeta.

Immagine Gli 8 Trader Più Ricchi del Mondo

Martin Schwartz

Personalità molto conosciuta, Martin Schwartz è conosciuto come un punto di riferimento per molti trader. Nato nel 1945 ha accumulato una immensa fortuna grazie al mercato azionario ma anche a strumenti borderline come le opzioni e i future. Schwartz è famoso anche per la velocità con cui ha raggiunto il successo. Nel primo anno di trading, infatti, ha trasformato 100.000 dollari in 600.000 dollari. L’anno successivo ha guadagnato 1,2 milioni di dollari. Altri numeri certificano la sua bravura. Per esempio, si stima che riesca tutt’oggi a guadagnare 70.000 dollari al giorno!

Il suo approccio è basato sul day trading. Ha raccontato la sua esperienza nel libro: “Pitt Bull: Lessons from Wall Stree’s Champion Day“, molto utile soprattutto per chi si vuole cimentare nel trading veloce.

Stanley Druckenmiller

Nato nel 1953 a Pittsburgh, in Pennsylvania, da una famiglia di classe media, Stanley Druckenmiller è riuscito a guadagnare in tutta la sua carriera qualcosa come 3,5 miliardi di dollari senza l’aiuto di un patrimonio familiare consistente. Insomma, si è fatto completamente da solo. E’ stato il presidente della Duquesne Capital. Quando Druckenmiller ha lasciato il ruolo, la società contava qualcosa come 12 miliardi in asset.

E’ conosciuto soprattutto nell’ambito del mercato azionario. Ha spesso utilizzato una trading strategy che premia come pochi altri il concetto di “top down”, un approccio che esula dalla mera analisi tecnica e implica lo studio dell’ambiente economico e in generale dell’asset a 360 gradi, legami con il mondo esterno compreso.

George Soros

Personaggi tra i più controverso di questa epoca, ingiustamente disprezzato da certa parte politica, George Soros è salito alla ribalta quando, all’inizio degli anni Novanta, è riuscito a guadagnare 10 miliardi di dollari in una singola speculazione valutaria. C’è stato un giorno, all’interno di quel periodo, in cui è riuscito a guadagnare 1 miliardi di dollari!

Questa impresa gli ha garantito ingiustamente una reputazione sinistra, quasi come se le difficoltà delle banche inglesi negli ultimi anni del secolo corso siano da imputare a lui. In realtà, la figura di George Soros è quanto di più lontano ci possa essere da quella dello speculatore. Negli ultimi anni ha infatti donato circa 8 miliardi di dollari per progetti che promuovono i diritti umani, la sanità pubblica e l’istruzione.

Alexander Elder

Trader professionista e autore di molti saggi, Elder è nato in Unione Sovietica, è cresciuto in Estonia ed è infine emigrato a New York. Attualmente è conosciuto come uno dei più ricchi trader del mondo. E’ tra i massimi esperti mondiali di analisi tecnica e di psicologia del mercato, due argomenti apparentemente distanti tra di loro e che dimostrano l’eclettismo di questa eminente figura.

adv-139

Il libro più famoso di Alexander Elder è “Mind, Method and Management“, nel quale espone la sua “Teoria delle 3 M”. Il suo libro “Come into my trading room” è considerato un must per qualsiasi trader ed è diventato in pochi mesi un bestseller.

Il suo sapere è enciclopedico e dinamico. I concetti sui quali ha puntato e che rappresentano il piatto forte delle sue elaborazioni teoriche sono tempo, strategia, denaro. E’ proprio grazie a Elder che molti trader famosi si sono formati e sono riusciti a raggiungere il successo.

Larry Hite

Lary Hite ha fondato la più grande commodity trading company del pianeta. E’ quindi uno dei massimi esperti in termini di materie prime. Oltre a essere un trader di successo si è impegnato sul fronte della formazione. Ha contribuito grandemente alla stesura di numerose pubblicazioni a carattere formativo e scientifico. E’ anche un pioniere nell’individuazione di strumenti di investimento innovativi.

Jack D. Schwager

Schwager è attualmente il co-portfolio manager della ADM Investor Services Diversified Strategy Fund. E’ anche, come molti trader presenti in questa classifica, autori di molti saggi. Tra le sue pubblicazioni più importanti spicca “Market Wizards“, che tra le altre cose menziona più volte Larry Hite.

Jack D. Schwager ha scritto oltre dieci libri sugli hedge funds, sulle commodity, sull’analisi tecnica, sui futures. E’ inoltre matematico ed economista. Tiene molte conferenze e seminari in giro per il mondo e dagli argomenti più svariati.

Ray Dalio

Ray Dalio ha 67 anni e ha fondato il più grande hedge fund del pianeta, Bridge Water Associates (159 miliardi in gestione, ora come ora). Attualmente in gestione una cifra stratosferica: 15,9 miliardi. Ha guadagnato qualcosa come mezzo miliardi di dollari nel 2015.

David Siegel

Ha 55 anni ed è uno dei fondatori di Two Sigma Investment, uno dei fondi che vanta la crescita più alta in assoluta, e che si caratterizza per uno stile quantitativo. Gestisce 32 miliardi di dollari e ha “raggranellato” 600 milioni nel 2015.