Cos’è accaduto con GameStop

Filip Kaczmarzyk, membro del consiglio di amministrazione di XTB, in una recente intervista ha fatto il punto sul fenomeno GameStop e ha rilasciato alcune preziosi dichiarazioni. Proprio queste ultime possono contribuire a fare luce sulla vicenda, a comprendere i risvolti di un evento che ha stupito tutti per la capacità di rompere gli schemi e sfatare alcuni miti.

Prima di passare alle considerazioni di Filip Kaczmarzyk, è bene fare un recap di quanto è accaduto.

adv-251

In estrema sintesi, i membri del forum Reddit hanno inteso dare una lezione ai giganti del mercato, mettendo loro i bastoni tra le ruote e interferendo con le loro strategie. Per farlo, hanno scelto di intervenire a gamba tesa contro le vendite allo scoperto, puntando a un titolo azionario che, per costituzione, poteva essere soggetto più di altri a una inversione intenzionale del trend. GameStop, appunto, che era oggetto di vendite allo scoperto e, allo stesso tempo, era scambiato a un ritmo blando.

Per inciso, per vendita allo scoperto si intende quell’attività secondo cui un investitore vende prima e acquista poi. Lo scopo è lucrare sulla differenza tra il prezzo di vendita e il prezzo di acquisto. Questa manovra funziona solo quando le quotazioni dell’asset in questione sono in discesa.

Ebbene, i membri del forum Reddit hanno voluto interrompere l’andazzo. Hanno stabilito di acquistare in massa le azioni di GameStop, in modo da aumentarne il prezzo e ridurre, azzerare o trasformare in perdita i futuribili guadagni dei venditori allo scoperto. A quanto pare, almeno nell’immediato, ci sono riusciti: le azioni di GameStop si sono apprezzate in pochi giorni di oltre dieci volte!

Il fenomeno GameStop rappresenta un inedito nella storia dei mercati. Ha suscitato scalpore, in primis per la capacità di rievocare vecchi miti, come quello di Davide contro Golia, in secondo luogo per l’utilizzo di strumenti sui generis. Infatti, i membri di Reddit hanno utilizzato soprattutto Robinhood, una piattaforma di trading sostanzialmente gratuita e pensata apposta per i piccolissimi investitori e, anzi, per la gente comune. Infine, il fenomeno GameStop ha suscitato scalpore per le implicazioni che alcuni hanno paventato circa il futuro delle piazze d’affari, Wall Street in primis. D’altronde, è stato dimostrato l’esistenza di nuovi player: la masse organizzate di piccoli e micro-investitori, mosse non solo dal desiderio di profitto ma anche da fattori – a loro dire – etici.

Le considerazioni di Filip Kaczmarzyk

Le considerazioni di Filip Kaczmarzyk sono utili a leggere il fenomeno e a evitare di farsi trascinare dall’entusiasmo o, di contro, dallo sgomento. In primo luogo, ha mostrato perplessità circa la lettura che è stata fatta dai media tradizionali, che parlando di uno scontro tra Davide e Golia. In realtà, la manovra dei membri di Reddit è riuscita proprio perché il target era piccolo. E’ possibile cagionare un aumento artificioso delle quotazioni, infatti, solo quando i volumi sono piccoli. Azioni importanti come Apple e Bank of America sarebbero completamente immuni da questo meccanismo, a meno che al progetto non partecipi un numero immensamente più alto di investitori. Oggettivamente, un impresa fuori dalla portata del forum Reddit, e probabilmente di qualsiasi altra piattaforma social. Dunque, è improprio parlare di Davide contro Golia. 

Va detto, comunque, che buona parte degli effetti sul mercato non sono stati scatenati direttamente dai membri di Reddit, bensì da investitori standard che si sono visti costretti a interrompere le vendite allo scoperto. L’unico modo per fermare una vendita allo scoperto, quando ormai il “treno è in corsa”, è anticipare l’acquisto al prezzo corrente. In un certo senso, anche chi non poteva sopportare le conseguenze delle manovre pro-GameStop, ha contribuito alla loro efficacia. 

Con questa considerazione, sia chiaro, Filip Kaczmarzyk non ha inteso sminuire l’accaduto. Il fenomeno è stato davvero importante, se non altro in termini numerici. Lui stesso ha rilevato come le contrattazioni XTB nel giorno più caldo del fenomeno GameStop, abbiano interessato per oltre il 60% proprio GameStop. Anzi, ha persino specificato che molti hanno aperto un conto proprio per partecipare all’impresa o, di contro, approfittare dei rialzi.

Ha comunque sottolineato la presenza di un rischio. Il “gioco” infatti è sì riuscito, ma non sarebbe mai potuto durare. D’altronde, è sufficiente dare un’occhiata al grafico per comprendere quanto aleatoria sia stato l’aumento. Anzi, Filip Kaczmarzyk prevede che il titolo tornerà ai livelli di qualche mese fa nel giro di pochissimo tempo. Ciò causerà un danno a molti, soprattutti a coloro che si sono “uniti” troppo tardi, quando il titolo aveva quasi raggiunto il suo picco.  

Insomma, non è stato esattamente un gioco sano. Ciò impone alcune riflessioni circa le piattaforme che hanno reso possibile tutto ciò, Robinhood in primis. Essa ha fatto sponda al progetto dei membri di Reddit, che hanno visto proprio in Robinhood lo strumento ideale per realizzare i propri propositi. Filip Kaczmarzyk ha evidenziato  la necessità di una maggiore regolamentazione, anche perché le società di intermediazione con bassa capitalizzazione (come è appunto Robinhood), oltre a favorire queste dinamiche, potrebbero offrire scarse garanzie di sicurezza ai trader.

Tra l’altro, i movimenti oceanici pro-GameStop hanno causato qualche grattacapo anche ai broker di grandi dimensioni, che hanno fatto fatica a gestire così tanti ordini. XTB è riuscita a cavarsela egregiamente, implementando nell’immediato la propria infrastruttura tecnica, ma altri Broker si sono visti costretti a limitare ingressi e contrattazioni. 

adv-310

Ciononostante, il contesto rimane caotico. Sulle conseguenze nel lungo periodo Filip Kaczmarzyk non si è sentito di offrire le risposte che gli investitori stanno cercando. Interrogando sul destino di Wall Street, l’esperto ha infatti dichiarato: “Questo è qualcosa a cui ho pensato negli ultimi giorni. Ad essere onesti, non ho idea di come possa andare. Quello che possiamo dire con certezza è che la SEC non ha fatto nulla finora. D’altra parte, c’è qualcosa che avrebbero potuto fare?  Quello che possiamo dire con certezza è che c’è un rischio sistematico a cui nessuno ha pensato fino a questo momento. Il trading si sta allontanando dalle borse e va verso i market maker e gli internalizzatori sistematici.