La libertà finanziaria è un sogno di molti. Guadagnare senza faticare, non dover più occuparsi dei colleghi di lavoro, del capo, dei clienti. Godersi semplicemente il denaro… Per i sognatori di tutte le età c’è però una cattiva notizia. La libertà finanziaria in questi termini, non esiste. In questo mondo, a meno che non si sia nati con la classica camicia, non esistono pasti gratis. Se però intendiamo la libertà finanziaria con un’altra accezione, magari con quella che Paolo Luini ha messo al centro della sua attività di divulgazione, il sogno può trasformarsi in realtà.

Cos’è la libertà finanziaria

In estrema sintesi, per libertà finanziaria si intende la capacità di offrire una soluzione, guadagnare vendendola, guadagnare insegnandola e trasformarla in rendimento (es. percentuale sul suo utilizzo), spostare il focus su un altro problema, trovare la sua soluzione e ripetere il procedimento più volte. Il risultato è l’acquisizione di rendite che, sommate, consentono di svincolarsi dall’equazione “tempo uguale denaro” che caratterizza il lavoro della maggior parte delle persone.

Immagine La Libertà Finanziaria Non Esiste, è Impossibile Non Lavorare?

E’ evidente che in questa prospettiva il lavoro non scompare come per incanto, ma si trasforma. L’impegno è creativo, soprattutto la sua redditività è legata al valore che genera, piuttosto che al sudore che si produce.

E’ altrettanto evidente che la libertà finanziaria non è per tutti. E’ necessaria una certa forma mentis. Per alcuni è innata, sia chiaro, ma per altri è possibile impararla. Sono principalmente cinque gli ingredienti che consentono di raggiungere la libertà finanziaria.

Cosa serve per essere liberi

Creatività. Inventarsi un mestiere, in questo caso la soluzione a un problema, è questione di logica, ma anche di creatività.

Spirito imprenditoriale. Il percorso che porta alla libertà finanziaria è simile al percorso che compiono gli imprenditori, solo più lungo, difficile ma anche adrenalinico e redditizio.

Capacità di fare rete. Il percorso non è in solitaria. D’altronde si tratta di fare del bene a se stessi facendo del bene agli altri. E’ necessario saper fare gruppo, avere un approccio inclusivo, saper sviluppare relazioni sincere.

Coraggio. Non c’è dubbio che gli individui liberi finanziariamente siano molto coraggiosi. Il posto fisso, ma anche un lavoro regolare, vuol dire sicurezza. Ricercare la libertà finanziaria secondo il metodo appena descritto vuol dire fare un salto nel buio che, se ben eseguito, porta però a risultati straordinari.

Velocità di apprendimento (e voglia di imparare). Chi ricerca la libertà finanziaria non può fossilizzarsi in un settore. Piuttosto, deve reinventarsi regolarmente. Per farlo, è necessario avere voglia di imparare, e imparare in fretta.