Per quanto tempo occorre studiare per diventare trader? Se lo chiede chi spera di diventare un trader, partendo magari da una posizione di assoluto profano. Di questo e di tanto altro abbiamo parlato con Saverio Berlinzani, uno dei più famosi trader italiani.

Ciao! Molti ti conoscono, soprattutto nel mondo del trading ma… Ci racconti chi sei e cosa fai?

adv-635

Sono Saverio Berlinzani, lavoro nel mercati dei cambi da 33 anni, e dopo essere stato market maker per una grande banca svizzera e broker, da 13 anni mi occupo di consulenza generica sul mercato dei cambi, attraverso una scuola di trading “Saveforex academy” e “Forex University” che forma traders sul Forex.

Com’è cambiato il mondo del Forex Trading negli ultimi anni?

Il mondo del trading è sempre in evoluzione, in 33 anni debbo dire di aver visto cambiamenti importanti e significativi, come l’accesso veloce e poco costoso ai prezzi di mercato per tutti o quasi. La liquidità del forex è persistentemente aumentata dagli anni 90 ad oggi tanto che il valutario rimane assolutamente il mercato più liquido al mondo con i suoi 4000 miliardi di dollari di volumi infragiornalieri.

Per un principiante è più facile iniziare a fare Forex Trading oggi o venti anni fa?

Oggi è molto semplice iniziare ad operare sui mercati, bastano un computer e una connessione alla rete. E ovviamente, dei capitali per cominciare.

Come giudichi il contesto italiano? E’ un buon posto dove fare Forex Trading?

Il mercato italiano, da vent’anni è universalmente riconosciuto come uno dei più seri e professionali, per la qualità dell’education e l’abbondanza di eventi con professionisti conosciuti e capaci.

Domanda a bruciapelo… Trading tradizionale o con i CFD?

Entrambi, ognuno con i suoi pregi e difetti.

Cosa pensi del trading automatico?

adv-156

Importante conoscerlo e magari avere la qualità per affiancarlo a quello discrezionale, per diversificare il rischio e l’investimento.

Cosa diresti a un principiante indeciso se investire nel Forex o nell’azionario?

L’azionario è più volatile, più trend follower, il mercato dei cambi è bilaterale anche se segue lo stesso i trend.

Quali sono le più grandi sfide che secondo te deve affrontare un principiante che si sta affacciando nel mondo del Forex Trading?

Studiare innanzitutto e affiancarsi a persone capaci all’inizio. Dopo, potrà camminare con le sue gambe, ma almeno un anno o due di formazione continua sono necessari.

Quali consigli daresti a una persona comune che sogna di diventare un trader profittevole? Dove dovrebbe studiare?

Analisi tecnica e fondamentale, almeno per le valute, e le peculiarità del mercato stesso.

Cosa pensi delle leve finanziarie? Sono uno strumento efficace per guadagnare in fretta o sono piuttosto un’arma a doppio taglio? I trader in erba, da poco sul mercato, possono utilizzarla?

Arma a doppio taglio per i traders neofiti, la leva finanziaria deve essere mantenuta mediamente bassa per non incorrere in batoste e perdite ingenti. Solo dopo anni, qualche operazione particolarmente allettante, si può fare a leva, ma mai sopra 5 6 volte il capitale, a mio parere.