Investire in CFD è probabilmente una delle modalità più utilizzate da piccoli e grandi investitori.

La stragrande maggioranza delle piattaforme di trading permette infatti di negoziare i CFD, e addirittura alcune di esse non presentano alcuna differente modalità d’investimento. Insomma, solo CFD.

Investire in “Contract For Difference” (CFD) è semplicissimo, e non necessiterete di autorizzazioni o cose simili. Vi basterà scegliere un Broker affidabile per cominciare a fare trading sui CFD.

Da Moneta Markets a XTB, passando per XM e AvaTrade, sono tante le piattaforme che permettono di investire con questa modalità.

Di seguito vi indicheremo in cosa consiste investire in CFD, come funziona e quanto si può guadagnare.

N.B. I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 72% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Investire in CFD: cosa significa

Investire in CFD significa investire nei Contratti per Differenza. Quest’ultimi sono degli strumenti finanziari che replicano l’andamento dei vari asset, e permettono di effettuare negoziazioni al rialzo o al ribasso sul prezzo corrente dell’asset.

Quindi una volta scelto l’asset su cui investire, potrete effettuare diverse operazioni. Le principali riguardano l’apertura e la chiusura di posizioni di acquisto o vendita.

In caso di apertura di posizioni di acquisto (Posizione Rialzista), l’investitore guadagnerà se il valore dell’asset scelto sale.

Mentre nel caso di apertura di posizioni di vendita (Posizione Ribassista), l’investitore guadagnerà se il valore dell’asset scelto scende.

Possibile anche effettuare operazioni diversa dal “Compra” e “Vendi”, sarà infatti possibile effettuare ordini di tipo:

  • Stop Loss;
  • Take Profit;
  • Stop Operativo;
  • Pre-Order;
  • Ordini Pendenti (Sell Limit; Buy Limit; Buy Stop; Sell Stop).

Sarà possibile investire in CFD relativi ai seguenti asset:

  • Azioni;
  • Forex;
  • Indici;
  • Materie Prime;

Infine, tra le migliori piattaforme di trading segnaliamo:

  • Moneta Markets (Deposito Min. 200,00 €);
  • XTB (Deposito Min. 250,00 €);
  • AvaTrade (Deposito Min. 100,00 €);
  • XM (Deposito Min. 5,00 €);

Strategie di Trading su CFD

Spesso seguire una precisa strategia di trading può rivelarsi particolarmente utile per trarre profitto dai propri investimenti.

Prima di investire consigliamo sempre di ottenere quante più informazioni possibili sull’asset su cui si vuole investire, e studiarne ovviamente l’andamento di mercato. Conoscere l’asset su cui si sta investendo è fondamentale.

Dopodiché potrete decidere quale strategia applicare al vostro investimento in CFD. Tra le più utilizzate segnaliamo lo Scalping ed il Day Trading.

Scalping

Lo Scalping è una strategia di trading che consiste nell’aprire e chiudere posizioni molto velocemente. Spesso entro un paio d’ore o anche meno. In questo caso il profitto deriverà dalle piccole variazioni di prezzo dell’asset scelto.

Day Trading

Il Day Trading invece è una strategia che sfrutta sempre le piccole variazioni di prezzo, anche se in questo caso da considerare a livello giornaliero. Il Day Trading prevede infatti l’apertura e la chiusura di una posizione durante la stessa giornata. Tutte le operazioni andranno quindi chiuse intraday, e nessuna posizione dovrà essere lasciata aperta durante la fase di overnight.