In questo articolo analizziamo il calendario economico della settimana che va dal 4 all’8 giugno 2018. Riporteremo gli eventi più importanti, menzioneremo le previsioni degli analisti e cercheremo di prevedere l’impatto sul Forex.

Perché analizzare il calendario economico? Esso è lo strumento principe per chi intende praticare una efficace analisi fondamentale, ovvero lo studio degli eventi economici (e non) in grado di influire sui cambi. Il calendario economico dà contezza proprio di tali eventi, chiamati in gergo tecnico “market mover”. Il calendario economico è organizzato settimanalmente e offre informazioni specifiche circa la data e il giorno dell’evento, la valuta di riferimento, le rilevazioni precedenti e le previsioni degli analisti.

Immagine Calendario Economico Settimana 4 – 8 Giugno 2018

Il calendario economico riposta tutti gli eventi, a prescindere dal loro reale peso. I trader del Forex sono chiamati a prenderli in considerazione nella loro interezza, ma a soffermarsi in maniera specifica su quelli importanti o, almeno, su quelli che impattano sul paniere di valute in loro possesso.

 

Calendario economico del 4 giugno 2018

Vendite al dettaglio in Australia

  • Orario: 03.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro australiano (AUD)
  • Meccanismo di impatto: Le vendite al dettaglio rappresentano un market mover molto significativo in quanto restituiscono una istantanea della salute economica di un paese, soprattutto sul lato consumi, costituisce un segnale affidabile circa la futura inflazione e orientano le scelte di politica monetaria. Quando le vendite sono in aumento, la valuta subisce un impatto rialzista. Quando le vendite sono in diminuzione la valuta subisce un impatto ribassista.
  • Periodo di riferimento: Aprile 2018
  • Dato precedente: 0,0%
  • Previsione degli analisti: 0,2%

Indice dei direttori agli acquisti del settore costruzioni nel Regno Unito

  • Orario: 10.30
  • Valuta di riferimento: Sterlina inglese (GBP)
  • Meccanismo di impatto: L’indice offre una istantanea della misura dell’attività dei responsabili aziendali agli acquisti. Il 50 è il valore che separa situazioni di recessione da situazioni di crescita. Maggiore è  l’indice, più forte è la spinta che la valuta di riferimento subisce. Il Regno Unito sta vivendo un periodo di incertezza a causa della Brexit che dovrebbe riflettersi anche su questo indice.
  • Periodo di riferimento: maggio 2018
  • Dato precedente: 52,5
  • Previsione degli analisti: 52,0

 

Calendario economico del 5 giugno 2018

Decisione sul tasso di interesse in Australia

  • Orario: 06.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro australiano (AUD)
  • Meccanismo di impatto: Il tasso di interesse è il market mover più importante per i trader del Forex. Esso, infatti, impatta sulla quantità di valuta in circolo, attraverso la leva del costo del denaro, e quindi incide considerevolmente sui cambi. Se la banca centrale aumenta i tassi di interesse, la valuta si rafforza. In caso contrario, si indebolisce. La banca centrale australiana (Reserve Bank of Australia) dovrebbe lasciare i tassi invariati in quanto è ancora prematura pensare a una stretta monetaria.
  • Periodo di riferimento: giugno 2018
  • Dato precedente: 1,50 %
  • Previsione degli analisti: 1,50 %

Indice dei direttori agli acquisti del settore servizi nel Regno Unito

  • Orario: 10.30
  • Valuta di riferimento: Sterlina inglese (GBP)
  • Meccanismo di impatto: Questo indice funziona esattamente come gli altri indici che riguardano i direttori agli acquisti. La sua particolarità consiste nel settore interessato, che in questo caso è il terziario. Anche in questo caso l’indice dovrebbe stazionario poco oltre il 50, segnale di una certa stagnazione.
  • Periodo di riferimento: Maggio 2018
  • Dato precedente: 52,8%
  • Previsione degli analisti: 53,0 %

Indice ISM non manifatturiero degli Stati Uniti

  • Orario: 16.00
  • Valuta di riferimento: Dollaro Americano (USD)
  • Meccanismo di impatto: Questo dato non è un altro che un indice “dei direttori agli acquisti”, il quale però è elaborato dall’Institute for Suppply Management e riguarda tutti i settori eccetto il secondario. Gli Stati Uniti dovrebbero confermare anche con questo discreto market mover il loro periodo di crescita.
  • Periodo di riferimento: Maggio 2018
  • Dato precedente: 56,8
  • Previsione degli analisti: 57,6

Nuovi Lavori JOLTs degli Stati Uniti

  • Orario: 16.00
  • Valuta di riferimento: Dollaro Americano (USD)
  • Meccanismo di impatto: Questo è un market mover particolare, che esiste solo negli Stati Uniti. Riporta il numero delle posizioni di lavoro aperte dai responsabili delle risorse umane e d’azienda. E’ un indicatore importante della vitalità del mondo del lavoro. Ovviamente, maggiore è il numero di posti disponibili, più forte è la spinta al rialzo che la valuta trae. Gli analisti prevedono una rilevazione piuttosto positiva, in aumento.
  • Periodo di riferimento: Aprile 2018
  • Dato precedente: 6,550 milioni
  • Previsione degli analisti: 6,101 milioni

 

Calendario economico del 6 giugno 2018

Prodotto Interno Lordo in Austalia

  • Orario: 03.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro australiano (AUD)
  • Meccanismo di impatto: Il PIL è il parametro più importante, tra quelli che riguardano l’economia reale. E’ in grado, infatti, di offrire una panoramica affidabile della ricchezza di un paese. Se il PIL cresce, e se lo fa al di là delle aspettative, la valuta si rafforza. Se il PIL cresce poco o addirittura decresce, la valuta si indebolisce. L’Australia, come si evince dal dato precedente e dalle previsioni degli analisti, è inserita in un evidente percorso di crescita.
  • Periodo di riferimento: primo trimestre 2018
  • Dato precedente: 0,4%
  • Previsione degli analisti: 0,8%

Indice dei prezzi al consumo in Svizzera

  • Orario: 09.15
  • Valuta di riferimento: Franco svizzero (CHF)
  • Meccanismo di impatto: L’indice dei prezzi al consumo è nota comunemente come inflazione, e non è altro che la variazione dei prezzi (secondo un paniera preciso) rilevata in un dato periodo ed espressa in termini percentuali. E’ di fondamentale importanza perché orienta direttamente le politiche monetarie. Per valutare l’impatto sulla valuta è necessario capire il rapporto tra l’inflazione e l’obiettivo desiderato, che è pari al 2%. Se l’inflazione si avvicina, ciò va inteso come un segnale in senso rialzista. Se l’inflazione si allontana, ciò va inteso come un segnale in senso ribassista. La Svizzera, un po’ come l’area Euro, soffre di bassa inflazione.
  • Periodo di riferimento: maggio 2017 – maggio 2018
  • Dato precedente: 0,8%
  • Previsione degli analisti: 0,9%

Decisione sul tasso di interesse in India

  • Orario: 11.00
  • Valuta di riferimento: Rupia indiana (INR)
  • Meccanismo di impatto: Il tasso di interesse è il market mover più potente in assoluto. Quando una banca centrale modifica il tasso di interesse, infatti, agisce sul costo del denaro, e quindi, di fatti, sulla massa monetaria, che è poi uno dei parametri che concorre alla definizione dei cambi. Quando i tassi vengono alzati, la valuta si apprezza. Quando i tassi vengono abbassati, la valuta si deprezza. L’inflazione, che oriente le politiche monetarie, è estremamente alta in India. Pertanto, i tassi di interesse dovrebbero venire confermati su livelli molto alti.
  • Dato precedente: 6,00%
  • Previsione degli analisti: 6,00%

Indice Ivey dei direttori agli acquisti in Canda

  • Orario: 14.15
  • Valuta di riferimento: Dollaro Canadese (CAD)
  • Meccanismo di impatto: Il dato fa parte della famiglia degli indici “dei direttori agli acquisti”. In questo caso, l’istituto elaborante è l’Ivey, che prende in considerazione la totalità dei settori economici e produttivi. Il Canada sta attraversando un periodo incerto sul fronte della crescita, principalmente a causa di un aumento troppo prematuro dei tassi di interesse.
  • Periodo di riferimento: Maggio 2018
  • Dato precedente: 70,4
  • Previsione degli analisti: non pervenuto

Saldo della bilancia commerciale in Canada

  • Orario: 14.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro Canadese (CAD)
  • Meccanismo di impatto: Il saldo della bilancia commerciale è un market mover importante in quanto riporta la differenza tra il valore dei beni esportati e quello dei beni importati. Tale differenza influisce sulla quantità di denaro in circolo e quindi, più o meno direttamente, sui cambi. Il Canada è tradizionalmente un paese importatore, ma dovrebbe aver diminuito il suo deficit.
  • Periodo di riferimento: aprile 2018
  • Dato precedente: -4,14 miliardi
  • Previsione degli analisti: -2,24 miliardi

 

Calendario economico del 7 giugno 2018

Prodotto Interno Lordo dell’Unione Europea

  • Orario: 11.00
  • Valuta di riferimento: Euro (EUR)
  • Meccanismo di impatto:  Il PIL è il parametro più importante dell’economia reale, l’unico in grado di riassumere con estrema efficacia lo stato di salute dell’economia. Se il PIL supera le aspettative, o comunque si mantiene su buoni livelli, l’impatto sulla valuta è buono. Altrimenti, l’impatto è negativo. Il dato in questione, nella fattispecie, considera in aggregato le variazioni del Prodotto Interno Lordo di tutti i paesi dell’Unione Europea.
  • Periodo di riferimento: dal primo trimestre 2017 al primo trimestre 2018
  • Dato precedente: +2,5%
  • Previsione degli analisti: +2,5%

 

Calendario economico dell’8 giugno 2018

Prodotto Interno Lordo del Giappone

  • Orario: 01.50
  • Valuta di riferimento: Yen (JPY)
  • Meccanismo di impatto: Il PIL in Giappone sta attraverso un periodo di bassa crescita da ormai molti anni, il quale ha ispirato, nel tempo, una politica monetaria incredibilmente espansiva. Ad ogni modo, sembra che le cose stiano piano piano migliorando, anche grazie al traino determinato dalla crescita globale e dalla generica ripresa della domanda complessiva.
  • Periodo di riferimento: primo trimestre 2018
  • Dato precedente: -0,2%
  • Previsione degli analisti: +0,2%

Saldo della bilancia commerciale in Cina

  • Orario: 05.00
  • Valuta di riferimento: Yuan (CNY)
  • Meccanismo di impatto: Come già illustrato in questo testo, la bilancia commerciale (differenza tra il valore dei beni esportati e i beni importati) incide direttamente sulla massa monetaria e quindi sui rapporti tra le monete. Se la bilancia migliora, la valuta si apprezza. Se la bilancia peggiore, la valuta si deprezza. La Cina è tradizionalmente un paese fortemente esportatore, ma di recente dovrebbe aver performato nella direzione opposta.
  • Periodo di riferimento: Maggio 2018
  • Dato precedente: 28,78 miliardi di dollari
  • Previsione degli analisti: 24,70 miliardi di dollari

Produzione manifatturiera del Regno Unito

  • Orario: 10.30
  • Valuta di riferimento: Sterlina inglese (GBP)
  • Meccanismo di impatto: Il dato esprime la variazione del valore dai beni prodotti nel settore manifatturiero nel periodo di riferimento. Se la produzione è in aumento, allora la valuta riceve una spinta al rialzo. Se la produzione è in decremento, o comunque è al di sotto delle aspettative, la valuta riceve una spinta al ribasso. Il dato sulla produzione manifatturiera dovrebbe riflettere il periodo di incertezza economica attualmente vigente nel Regno Unito.
  • Periodo di riferimento: Aprile 2018
  • Dato precedente: -0,1%
  • Previsione degli analisti: -0,2%

Tasso di disoccupazione del Canada

  • Orario: 14.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro canadese (CAD)
  • Meccanismo di impatto: Il tasso di disoccupazione è importante perché offre una fotografia accurata, per quanto orientativa, sul mondo del lavoro. Se il tasso di disoccupazione si rileva migliore delle attese, allora l’impatto sulla valuta è rialzista. Se il tasso di disoccupazione si rivela peggiore del previsto, allora l’impatto è negativo. Il tasso canadese dovrebbe confermarsi su livelli molto bassi.
  • Periodo di riferimento: Maggio 2018
  • Dato precedente: 5,8%
  • Previsione degli analisti: 5,8%

Si segnala, infine, un evento di una certa importanza che avrà luogo il 9 giugno (che cade di sabato). Esso non è altro che l’indice dei prezzi al consumo in Cina, ovvero l’inflazione. Su base annuale, gli analisti prevedono un aumento dei prezzi nell’ordine dell’1,9%, di poco superiore a quanto rilevato l’anno precedente. Si tratta di un dato ottimale, in grado di garantire una crescita abbastanza equilibrata e di produrre effetti significativi e positivi sul fronte valutario (per quanto la valuta cinese sia parzialmente vincolata alle necessità governative).