Ok Forex Markets - Fai Trading Online e Utilizza i Nostri Servizi Esclusivi!

In questo articolo analizziamo il calendario economico della settimana che va dal 28 gennaio al 1° febbraio 2019. Riporteremo gli eventi più importanti, menzioneremo le previsioni degli analisti e cercheremo di prevedere l’impatto sul Forex.

Perché analizzare il calendario economico? Esso è lo strumento principe per chi intende praticare una efficace analisi fondamentale, ovvero lo studio degli eventi economici (e non) in grado di influire sui cambi. Il calendario economico dà contezza proprio di tali eventi, chiamati in gergo tecnico “market mover”. Il calendario economico è organizzato settimanalmente e offre informazioni specifiche circa la data e il giorno dell’evento, la valuta di riferimento, le rilevazioni precedenti e le previsioni degli analisti.

adv-622

Il calendario economico riporta tutti gli eventi, a prescindere dal loro reale peso. I trader del Forex sono chiamati a prenderli in considerazione nella loro interezza, ma a soffermarsi in maniera specifica su quelli importanti o, almeno, su quelli che impattano sul paniere di valute in loro possesso.

Calendario economico del 28 gennaio 2019

Saldo della bilancia commerciale della Nuova Zelanda

  • Orario: 22.45
  • Valuta di riferimento: Dollaro neozelandese (NZD)
  • Meccanismo di impatto:   Il saldo della bilancia commerciale è un market mover importante, in quanto determina la massa monetaria presente in un paese e incide sull’inflazione. In linea di massima, se il saldo migliora (ovvero il deficit cala o l’avanzo aumenta) la valuta trae beneficio. Se il saldo peggiora (viceversa il deficit aumenta o l’avanzo cala) la valuta tra detrimenti. La Nuova Zelanda è un paese tendenzialmente importatore e dovrebbe dimostrarlo ancora una volta con il dato relativo a dicembre
  •  Periodo di riferimento: Dicembre 2018
  • Dato precedente: -86,1 milioni
  • Previsione degli analisti: //

Calendario economico del 29 gennaio 2019

Rapporto sulla fiducia dei consumatori negli Stati Uniti

  • Orario: 16.00
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto:  L’indice è frutto di un sondaggio condotto su migliaia di consumatori americani circa le prospettive dell’economia. Il valore che funge da spartiacque tra sfiducia e fiducia è 100. Se l’indice sale oltre le aspettative, ciò va inteso in senso rialzista per la valuta. Accade il contrario se l’indice delude o addirittura scende. Negli Stati Uniti la fiducia dovrebbe mantenersi a livelli elevati, seppur di poco inferiori alla rilevazione precedente.
  •  Periodo di riferimento: Gennaio 2019
  • Dato precedente: 128,1
  • Previsione degli analisti: 126

Calendario economico del 30 gennaio 2019

Indice dei prezzi al consumo in Australia

  • Orario: 22.45
  • Valuta di riferimento: Dollaro australiano (AUD)
  • Meccanismo di impatto:
  •  Periodo di riferimento: Quarto trimestre 2018
  • Dato precedente: 0,4%
  • Previsione degli analisti: 0,4%

Rapporto GFK sul clima tra i consumatori tedeschi

  • Orario: 08.00
  • Valuta di riferimento: Euro (EUR)
  • Meccanismo di impatto:  Il rapporto è frutto di un sondaggio condotto dalla famosa GFK (una delle più importanti società di ricerca statistica del mondo) su qualche migliaio di consumatori tedeschi circa il futuro dell’economia. Il valore che funge da spartiacque tra pessimismo e ottimismo, in questo caso, è il 100. Maggiore è l’indice, migliore è l’impatto sulla valuta. La fiducia in Germania dovrebbe mantenersi su livelli alti, seppur di poco inferiori al dato precedente.
  •  Periodo di riferimento: Gennaio 2019
  • Dato precedente: 10,4
  • Previsione degli analisti: 10,3

Variazione dell’occupazione non agricola (ADP) negli Stati Uniti

  • Orario: 14.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto:  E’ uno dei market mover tipici degli Stati Uniti. Indica, in termini assoluti, la variazione degli occupati in tutti i settori eccetto quello agricolo. Ovviamente, maggiore è la variazione, migliore è l’impatto sulla valuta. In linea con il clima di tensione intorno all’economia americana, l’ADP dovrebbe segnare un decremento significativo.
  •  Periodo di riferimento: Gennaio 2019
  • Dato precedente: 271mila
  • Previsione degli analisti: 173mila

Prodotto Interno Lordo degli stati Uniti 

  • Orario: 14.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto:  Il PIL é un market mover fondamentale perché sintetizza lo stato di salute dell’economia nazionale. Maggiore è la crescita del PIL, maggiore è la spinta al rialzo che la moneta assorbe. Ovviamente se il PIL ristagna, decresce o delude le aspettative la spinta è al ribasso. Negli Stati Uniti il PIL dovrebbe essere cresciuto in maniera significativa, sebbene in misura minore rispetto al precedente trimestre.
  •  Periodo di riferimento: Quarto trimestre 2018
  • Dato precedente: 3,4%
  • Previsione degli analisti: 2,9%

Contratti pendenti di vendita di nuove abitazioni negli Stati Uniti

  • Orario: 16.00
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto:  Il dato indica la variazione, espressa in termini percentuali, dei compromessi stipulati nel periodo di riferimento. Si riferisce alle nuove abitazioni, ovvero a quelle costruire meno di cinque anni fa. E’ un market mover importante perché anticipa il dato delle vendite. Maggiore è la variazione, migliore è l’impatto sulla valuta. A novembre, la variazione era stata negativa. Sul dato di giovedì gli analisti non si sono espressi in modo concorde.
  •  Periodo di riferimento: Dicembre 2018
  • Dato precedente: -0,7%
  • Previsione degli analisti: //

Decisione sui tassi di interessi della Federal Reserve

  • Orario: 20.00
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto:  E’ il market mover più importante. I tassi di interesse, infatti, impattano direttamente sulla massa monetaria e quasi direttamente sul loro valore delle varie divise nazionali. Quando i tassi vengono aumentati, la valuta tende ad apprezzarsi. Quando i tassi vengono ridotti, la valuta tende a indebolirsi. La Fed è inserita in un percorso di rialzo dei tassi. Tuttavia, mercoledì dovrebbero essere riconfermati al 2,50%. Infatti, l’ultimo rialzo è troppo recente (dicembre) per pensare a una nuova stretta.
  •  Periodo di riferimento: Attuale
  • Dato precedente: 2,50%
  • Previsione degli analisti: 2,50%

Calendario economico del 31 gennaio 2019

Indice dei direttori degli acquisti del settore manifatturiero in Cina

  • Orario: 02.00
  • Valuta di riferimento: Yuan cinese (CNY)
  • Meccanismo di impatto:  L’indice misura il grado di attività dei responsabili degli acquisti del settore manifatturiero. Il valore che funge da spartiacque tra recessione ed espansione è il 50. Se l’indice supera le aspettative, l’impatto sulla valuta è rialzista. Se l’indice delude le aspettative, l’impatto è negativo. L’indice cinese dovrebbe aumentare leggermente, indicando comunque una condizione di stagnazione (perlomeno industriale).
  •  Periodo di riferimento: Gennaio 2019
  • Dato precedente: 49,4
  • Previsione degli analisti: 49,9

Decisioni sui tassi di interesse della Reserve Bank of Australia

  • Orario: 04.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro australiano (AUD)
  • Meccanismo di impatto:  La banca centrale australiana, alla luce delle tensioni globali e dei timori di rallentamento economico in Occidente (e non solo), dovrebbe confermare i tassi in territorio moderatamente espansivo, ovvero all’1,5%.
  •  Periodo di riferimento: Gennaio 2019
  • Dato precedente: 1,50%
  • Previsione degli analisti: 1,50%

Tasso di disoccupazione in Germania

  • Orario: 09.55
  • Valuta di riferimento: Euro (EUR)
  • Meccanismo di impatto:   Il tasso di disoccupazione è il miglior parametro per valutare le condizioni del mercato del lavoro. Se il tasso di disoccupazione aumenta o delude le aspettative la valuta subisce un impatto negativo. Se il tasso di disoccupazione diminuisce o supera le aspettative la valuta subisce un impatto positivo. In Germania la disoccupazione dovrebbe mantenersi su livelli molto bassi.
  •  Periodo di riferimento: Gennaio 2019
  • Dato precedente: 5,0%
  • Previsione degli analisti: 5,0%

Prodotto Interno Lordo del Canada

  • Orario: 14.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro canadese (CAD)
  • Meccanismo di impatto:  Il Prodotto Interno Lordo del Canada è cresciuto nel 2018 a livelli moderati, sebbene a novembre abbia fatto segnare delle buone performance. Sul dato di dicembre, comunque, gli analisti non si sono espressi in modo concorde.
  •  Periodo di riferimento: Novembre 2018
  • Dato precedente: 0,3%
  • Previsione degli analisti: //

Calendario economico del 1° febbraio 2019

Indice dei direttori degli acquisti del settore manifatturiero nell’Unione Europea

  • Orario: 10.00
  • Valuta di riferimento: Euro (EUR)
  • Meccanismo di impatto:  Sopra l’Europa si stanno addensando le nubi della stagnazione, se non addirittura della recessione economica. Alcuni segnali sono già giunti dalle varie industrie nazionali, che hanno fatto segnare un po’ ovunque il segno meno. In alcuni casi, abbiamo assistito a dei veri e propri tonfi (vedi Germania). Ciononostante, almeno per questo gennaio, il PMI manifatturiero del’UE dovrebbe segnare prestazioni discrete, ben al di là della soglia 50, forse persino in aumento.
  •  Periodo di riferimento: Gennaio 2019
  • Dato precedente: 51,4
  • Previsione degli analisti: 51,4

Indice dei prezzi al consumo nell’area Euro

  • Orario: 10.00
  • Valuta di riferimento: Euro (EUR)
  • Meccanismo di impatto:  L’indice dei prezzi al consumo è il parametro più importante dopo i tassi di interesse. Viene infatti preso grandemente in considerazione dalle banche centrali in sede di definizione della politica monetaria. Se l’inflazione si avvicina al target del 2% annuo, la valuta trae una spinta positiva. Se invece si allontana la spinta è negativa. L’area Euro è storicamente funestata da una inflazione molto bassa, che in alcuni casi castra ogni speranza di ripresa economica “veloce”. Dopo un periodo in cui l’inflazione ha registrato livelli vicini a quelli auspicabili, è ritornata a scendere. Quella annuale, da dicembre a dicembre, ha fatto segnare 1,6%. Su quella gennaio-gennaio, gli analisti non si sono espressi in modo concorde ma si teme un calo. Segnale, questo, di una probabile fase di stagnazione o, addirittura, recessione.
  •  Periodo di riferimento: Gennaio 2018 – Gennaio 2019
  • Dato precedente: 1,6%
  • Previsione degli analisti: //

Buste paga del settore non agricolo negli Stati Uniti

  • Orario: 14.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto: Il dato delle busta paga è importante perché dà una idea della situazione in cui versa il mercato del lavoro. Nello specifico, segnala la variazione del numero di salariati rilevata nel periodi di riferimento. Quando la variazione è positiva o superiore alle aspettative, il dollaro subisce una spinta al rialzo. Quando la variazione è negativa o inferiore alle aspettative il dollaro subisce una spinta al ribasso. Gli esperti si aspettano un decremento drastico, in linea con i timori per una frenata dell’economia americano (e di conseguenza mondiale).
  •  Periodo di riferimento: Gennaio 2019
  • Dato precedente: 312mila
  • Previsione degli analisti: 183mila

Tasso di disoccupazione negli Stati Uniti

  • Orario: 14.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto:  Negli Stati Uniti il tasso di disoccupazione dovrebbe confermarsi a livelli straordinariamente bassi, vicini alla disoccupazione fisiologica.
  •  Periodo di riferimento: Gennaio 2019
  • Dato precedente: 3,9%
  • Previsione degli analisti: 3,9%

Tasso di disoccupazione negli Stati Uniti

  • Orario: 14.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto:  Il dato ritrae la variazione dell’entità delle paghe orarie negli Stati Uniti. E’ un dato molto importante, da confrontare con quello dell’inflazione (per verificare le dinamiche del potere di acquisto). Ovviamente, maggiore è la variazione, migliore è l’impatto sulla valuta. Negli Stati Uniti la variazione, pur mantenendosi positiva, dovrebbe segnare un certo rallentamento. In ogni caso, l’aumento dei salari supera di gran lunga quello dei prezzi.
  •  Periodo di riferimento: Gennaio 2019
  • Dato precedente: 0,4%
  • Previsione degli analisti: 0,4%

Indice ISM dei direttori agli acquisti del settore manifatturiero negli Stati Uniti

  • Orario: 16.00
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto:  Questo indice non è altro che un PMI manifatturiero, realizzato però privatamente dall’Institute for Supply Management. L’indice, nonostante le avvisaglie di rallentamento, dovrebbe mantenersi su livelli ottimali, per quanto in leggero calo rispetto alla rilevazione precedente.
  •  Periodo di riferimento: Gennaio 2019
  • Dato precedente: 54,1
  • Previsione degli analisti: 54,0

Scarica GRATIS la Strategia Video Gratuita: Come Fare Scalping sul DAX. CLICCA QUI!