In questo articolo analizziamo il calendario economico della settimana che va dall’8 al 12 marzo 2021. Riporteremo gli eventi più importanti, menzioneremo le previsioni degli analisti e cercheremo di prevedere l’impatto sul Forex.

Perché analizzare il calendario economico? Esso è lo strumento principe per chi intende praticare una efficace analisi fondamentale, ovvero lo studio degli eventi economici (e non) in grado di influire sui cambi. Il calendario economico dà contezza proprio di tali eventi, chiamati in gergo tecnico “market mover”. Il calendario economico è organizzato settimanalmente e offre informazioni specifiche circa la data e il giorno dell’evento, la valuta di riferimento, le rilevazioni precedenti e le previsioni degli analisti.

adv-147

Il calendario economico riporta tutti gli eventi, a prescindere dal loro reale peso. I trader del Forex sono chiamati a prenderli in considerazione nella loro interezza, ma a soffermarsi in maniera specifica su quelli importanti o, almeno, su quelli che impattano sul paniere di valute in loro possesso.

Calendario economico dell’8 marzo 2021

Tasso di disoccupazione destagionalizzato della Svizzera

  • Orario: 07.45
  • Valuta di riferimento: Franco svizzero (CHF)
  • Meccanismo di impatto: Il tasso di disoccupazione misura il rapporto, espresso in termini percentuali, tra il numero dei disoccupati e la popolazione in età di lavoro e attiva. E’ un indicatore importante del mercato del lavoro e delle condizioni generali dell’economia. Se aumenta, l’impatto sulla valuta è negativo; se diminuisce l’impatto sulla valuta è positivo. La variante “destagionalizzata” è mondata dai fattori dovuti al periodo dell’anno. In Svizzera il tasso di disoccupazione destagionalizzato dovrebbe confermarsi al 3,5%. Può sembrare un valore basso, e in effetti lo è, ma il paese elvetico è abituato a tassi molto più bassi, segnale che la crisi scatenata della pandemia sta mordendo anche da quelle parti.
  • Periodo di riferimento: Febbraio 2021
  • Dato precedente: 3,5%
  • Previsione degli analisti: 3,5%

Calendario economico del 9 marzo 2021

Prodotto Interno Lordo del Giappone

  • Orario: 00.50
  • Valuta di riferimento: Yen giapponese (JPY)
  • Meccanismo di impatto: Il PIL é un market mover fondamentale perché sintetizza lo stato di salute dell’economia nazionale. Maggiore è la crescita del PIL, maggiore è la spinta al rialzo che la moneta assorbe. Ovviamente se il PIL ristagna, decresce o delude le aspettative la spinta è al ribasso. Il Giappone dovrebbe essere cresciuto a un ritmo sostenuto, nell’ultimo trimestre del 2020. Ovviamente, questi tassi di crescita vanno rapportati alla necessità di recuperare il terreno perduto nel 2020. D’altronde, anche nel Sol Levante la crisi ha morso.
  • Periodo di riferimento: Quarto trimestre 2021
  • Dato precedente: 3,0%
  • Previsione degli analisti: 5,0%

Prodotto Interno Lordo dell’Unione Europea

  • Orario: 11.00
  • Valuta di riferimento: Euro (EUR)
  • Meccanismo di impatto: Secondo gli analisti, nel giro di un anno il Prodotto Interno Lordo dell’Unione Europea ha perso più di quattro punti percentuali. Ovviamente si tratta di un dato aggregato, che cela profonde differenze tra stato membro e stato membro.
  • Periodo di riferimento: Quarto trimestre 2020 – quarto trimestre 2021
  • Dato precedente: -5,0%
  • Previsione degli analisti: -4,4%

Calendario economico del 10 marzo 2021

Indice dei prezzi al consumo della Cina

  • Orario: 02.30
  • Valuta di riferimento: Yuan cinese (CNY)
  • Meccanismo di impatto: L’inflazione è il parametro più importante dopo la decisione sui tassi di interesse, anche perché influenza quest’ultima in modo quasi diretto. Se l’inflazione si muove verso il target del 2% (a prescindere dalla direzione), la valuta ne trae giovamento. Se si allontana, la valuta subisce un impatto negativo. In Cina l’inflazione dovrebbe confermarsi a livelli molto bassi, relativamente al periodo tra febbraio 2020 e febbraio 2021, segnale di una crescita che non ha fatto segnare i ritmi sperati. 
  • Periodo di riferimento: Febbraio 2020 – febbraio 2021
  • Dato precedente: 1,0%
  • Previsione degli analisti: 1,1%

Indice dei prezzi al consumo degli Stati Uniti

  • Orario: 14.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto: Relativamente a febbraio, i prezzi negli Stati Uniti dovrebbero essere cresciuti a un buon ritmo, forse un po’ troppo accelerato. Tuttavia, il dato va visto alla luce del terreno perso nel 2020, in termini di inflazione e non solo.
  • Periodo di riferimento: Febbraio 2021
  • Dato precedente: 0,3%
  • Previsione degli analisti: 0,3%

Calendario economico dell’11 marzo 2021

Decisione sul tasso di interesse della Banca Centrale Europea

  • Orario: 13.45
  • Valuta di riferimento: Euro (EUR)
  • Meccanismo di impatto: E’ il market mover più importante. I tassi di interesse, infatti, impattano direttamente sulla massa monetaria e quasi direttamente sul loro valore delle varie divise nazionali. Quando i tassi vengono aumentati, la valuta tende ad apprezzarsi. Quando i tassi vengono ridotti, la valuta tende a indebolirsi. La BCE dovrebbe confermare i tassi allo 0,0% e i tassi sui depositi al -0,50%. Non può fare altrimenti, vista la pessima congiuntura economica (e sociale).
  • Periodo di riferimento: Attuale
  • Dato precedente: 0,0%
  • Previsione degli analisti: 0,0%

Nuovi lavori JOLTS negli Stati Uniti

  • Orario: 16.00
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto: Questo market mover è interessante in quanto rivela le posizione aperte, ossia i posti di lavoro messe a disposizione dalle imprese. Indaga il mercato del lavoro dal lato dell’offerta. Ovviamente, maggiore è il valore espresso da questo dato, migliore è l’impatto sulla valuta. Per inciso, questo market mover esiste solo negli Stati Uniti. I JOLTS dovrebbero rivelare un mercato del lavoro in espansione, con nuovi 6,5 milioni di posti di lavoro creati a gennaio. Tuttavia, anche in questo caso c’è da recuperare un 2020 pessimo.
  • Periodo di riferimento: Gennaio 2021
  • Dato precedente: 6,646 milioni
  • Previsione degli analisti: 6,500 milioni

Calendario economico del 12 marzo 2021

Produzione industriale del Regno Unito

  • Orario: 08.00
  • Valuta di riferimento: Sterlina inglese (GBP)
  • Meccanismo di impatto: La produzione industriale è un market mover che indica la variazione dei beni prodotti dal settore industriale. Se cresce più del previsto, la valuta si deprezza, se cresce lentamente o addirittura decresce la valuta si deprezza. Nel Regno Unito la produzione industriale dovrebbe essere aumentata dello 0,5% a gennaio. In assoluto un buon lavoro, se non fosse che le esigenze dell’economia britannica sono ben altre, vista la produzione perdita nel 2020.
  • Periodo di riferimento: Gennaio 2021
  • Dato precedente: 0,2%
  • Previsione degli analisti: 0,5%

Saldo della bilancia commerciale del Regno Unito

  • Orario: 08.00
  • Valuta di riferimento: Sterlina inglese (GBP)
  • Meccanismo di impatto: Il saldo della bilancia commerciale è un market mover spesso trascurato ma importantissimo. Infatti, impatta sulla massa monetaria e quindi influenza (quasi) direttamente il valore delle monete. Nello specifico, se il saldo migliora (aumenta il surplus o diminuisce il deficit), la valuta si apprezza; se il saldo peggiora (aumenta il deficit o diminuisce il surplus) la valuta si deprezza.
  • Periodo di riferimento: Gennaio 2021
  • Dato precedente: -14,32 miliardi
  • Previsione degli analisti: -15,00 miliardi

Indice dei prezzi al consumo della Germania

  • Orario: 08.00
  • Valuta di riferimento: Euro (EUR)
  • Meccanismo di impatto: In Germania, forse un po’ a sorpresa, l’inflazione dovrebbe aver compiuto un balzo in avanti a febbraio, ben oltre le previsioni, segnalando addirittura una condizione di inflazione eccessiva. Tra l’altro, non è la prima che accade, negli ultimi tempi.
  • Periodo di riferimento: Febbraio 2021
  • Dato precedente: 0,8%
  • Previsione degli analisti: 0,8%

Vendite al dettaglio del Brasile

  • Orario: 13.00
  • Valuta di riferimento: Real brasiliano (BRL)
  • Meccanismo di impatto:  E’ uno dei parametri più importanti, tra quelli che fanno diretto riferimento all’economia reale. Nello specifico, misura la variazione del valore dei beni venduti nel periodi di riferimento. E’ anche un parametro predittivo per l’inflazione. Ad ogni modo, le vendite deludono, l’impatto sulla valuta è negativo; se le vendite superano le aspettative, l’impatto sulla valuta è positivo. Dopo un dicembre disastroso sul fronte dei consumi, esacerbato dalla consapevolezza del periodo di feste, il Brasile dovrebbe rallentare la decrescita delle vendite. Gli analisti prevedono comunque mezzo punto percentuale in negativo.
  • Periodo di riferimento: Gennaio 2021
  • Dato precedente: -6,1%
  • Previsione degli analisti: -0,5%

Indice dei prezzi alla produzione degli Stati Uniti

  • Orario: 14.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto: Il parametro è identico all’inflazione, target del 2% compreso, con l’unica differenza che i prezzi vengono rilevati al passaggio tra il produttore e il venditore, e non al dettaglio. Dopo un dicembre all’insegna di un aumento davvero elevato e quasi fuori scala dei prezzi, gli USA dovrebbero rilevare in indice dei prezzi alla produzione all’interno dei range della normalità.
  • Periodo di riferimento: Gennaio 2021
  • Dato precedente: 1,3%
  • Previsione degli analisti: 0,4%

Indice di fiducia del Michigan

  • Orario: 16.00
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto: Il dato è ricavato a partire da un sondaggio realizzato su 500 industriali del Michigan. E’ ovviamente un dato locale ma, data l’importanza della regione, è in grado di rappresentare una proiezione a livello nazionale. Se l’indice si rivela migliore del previsto, il dollaro tende ad apprezzarsi; se si rivela peggiore, il dollaro si deprezza. L’indice dovrebbe essere aumentato di qualche decimale, almeno secondo gli analisti. Tuttavia, dovrebbe stazionare a un livello molto distante dalla soglia del 100, rivelando una situazione se non di piena crisi economica comunque di sfiducia.
  • Periodo di riferimento: Marzo 2021
  • Dato precedente: 79,0
  • Previsione degli analisti: 80,8