In questo articolo analizziamo il calendario economico della settimana che va dal 18 al 22 giugno 2018. Riporteremo gli eventi più importanti, menzioneremo le previsioni degli analisti e cercheremo di prevedere l’impatto sul Forex.

Perché analizzare il calendario economico? Esso è lo strumento principe per chi intende praticare una efficace analisi fondamentale, ovvero lo studio degli eventi economici (e non) in grado di influire sui cambi. Il calendario economico dà contezza proprio di tali eventi, chiamati in gergo tecnico “market mover”. Il calendario economico è organizzato settimanalmente e offre informazioni specifiche circa la data e il giorno dell’evento, la valuta di riferimento, le rilevazioni precedenti e le previsioni degli analisti.

Immagine Calendario Economico del 18 – 22 Giugno 2018

Il calendario economico riposta tutti gli eventi, a prescindere dal loro reale peso. I trader del Forex sono chiamati a prenderli in considerazione nella loro interezza, ma a soffermarsi in maniera specifica su quelli importanti o, almeno, su quelli che impattano sul paniere di valute in loro possesso.

 

Calendario economico del 18 giugno 2018

Saldo della bilancia commerciale in Giappone

  • Orario: 01.50
  • Valuta di riferimento: Yuan (JPY)
  • Meccanismo di impatto: La bilancia commerciale è un parametro molto importante in quanto influenza in maniera diretta la quantità di denaro in circolo e, di conseguenza, i rapporti tra le valute. In linea di massima, quando la bilancia  commerciale migliore (o si riduce il deficit o aumenta il surplus) la valuta va incontro a rafforzamento. Quando la bilancia commerciale peggiora (o si riduce il surplus o aumenta il deficit) la valuta va incontro a indebolimento. Il Giappone, per costituzione, dovrebbe essere un paese esportatore, sebbene da qualche anno si barcameni tra deficit e surplus. Il dato di maggio dovrebbe consegnare un surplus.
  • Periodo di riferimento: Maggio 2018
  • Dato precedente: 625 miliardi
  • Previsione degli analisti: -235 miliardi

Per il resto, la giornata dell’18 giugno non riserva eventi molto importanti. Si segnalano, comunque, gli interventi – a vario titolo e nelle occasioni più disparati – di alcuni importanti esponenti delle banche centrali: Dudley (Fed), Bostic (Fed), Draghi (BCE).

Calendario economico del 19 giugno 2018

Permessi di costruzione rilasciati negli Stati Uniti

  • Orario: 14.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto: Il dato suggerisce il numero di permessi di costruire rilasciati dalle autorità locali per gli interventi di nuova costruzione. E’ un parametro importante in quanto offre una panoramica dello stato in cui versa il settore immobiliare, il quale è nevralgico per la crescita dell’economia nel suo complesso. Negli Stati Uniti il “real estate” va più bene, nonostante ogni tanto si segnali una certa flessione numeri (come in questo caso).
  • Periodo di riferimento: maggio 2018
  • Dato precedente: 1,364 milioni
  • Previsione degli analisti: 1,356 milioni

Calendario economico del 20 giugno 2018

Vendite di case negli Stati Uniti

  • Orario: 16.00
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto: Il dato segnala la variazione nel numero di rogiti di compravendita di abitazioni esistenti, dove con quest’ultimo termine si intendono abitazioni costruite da più di cinque anni. E’ un market mover abbastanza importante in quanto fotografa lo stato del mercato immobiliare, che ha con la valuta di riferimento un rapporto direttamente proporzionale. Negli Stati Uniti, il settore immobiliare va abbastanza bene, nonostante occasionali periodi di calo.
  • Periodo di riferimento: maggio 2018
  • Dato precedente: -2,5%
  • Previsione degli analisti: +1,5%

Scorte di petrolio greggio negli Stati Uniti

  • Orario: 16.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro americano (USD)
  • Meccanismo di impatto: Gli Stati Uniti figurano tra i grandi produttori di petrolio a livello mondiale. Le dinamiche delle loro scorte, dunque, influenzano l’offerta e di conseguenza anche il prezzo. Dopo mesi e mesi di tagli, funzionali a un amento dei prezzi del petrolio, gli USA stanno aumentando progressivamente le loro scorte. Nell’ultima settimana, però, c’è stato un piccolo taglio. Riguardo a quella corrente, gli analisti non si sono espressi in maniera concorde.
  • Periodo di riferimento: 11-17 giugno 2018
  • Dato precedente: -4,143 milioni di barili
  • Previsione degli analisti: non pervenuto

Decisione sui tassi di interesse Banca Centrale Brasiliana

  • Orario: 19.00
  • Valuta di riferimento: Real brasiliano (BRL)
  • Meccanismo di impatto: Il tasso di interesse è la leva attraverso cui le banche centrali controllano i prezzi. Oltre che sull’inflazione, hanno un impatto pressoché diretto con il valore della moneta. Quando i tassi vengono alzati, la valuta si apprezza. Quando i tassi vengono abbassati, la valuta si deprezza. In Brasile, l’inflazione è abbastanza più alta del normale, nello specifico è vicina al 3%, quando invece dovrebbe essere vicina al 2%. Pertanto, è probabile che la banca centrale brasiliana confermi i tassi al valore attuale.
  • Periodo di riferimento: attuale
  • Dato precedente: 6,50%
  • Previsione degli analisti: 6,50%

Calendario economico del 21 giugno 2018

Prodotto interno lordo in Nuova Zelanda

  • Orario: 00.45
  • Valuta di riferimento: Dollaro neozelandese (NZD)
  • Meccanismo di impatto:  Il PIL é un market mover importante perché riassume lo stato di salute dell’economia reale. Maggiore è la crescita del PIL, maggiore è la spinta rialzista che la valuta subisce. Ovviamente se il PIL ristagna, decresce o delude le aspettative la spinta è ribassista. In Nuova Zelanda l’economia è orientata in un solido percorso di crescita e dovrebbe confermarlo anche con il dato di giovedì.
  • Periodo di riferimento: primo trimestre 2018
  • Dato precedente: 0,5%
  • Previsione degli analisti: 0,6%

Decisione del tasso di interesse della Banca Nazionale Svizzera

  • Orario: 13.45
  • Valuta di riferimento: Franco svizzero (EUR)
  • Meccanismo di impatto: Il tasso di interesse in Svizzera è basso, anzi in territorio negativo. Una iniziativa, questa, giustificata dalla forza eccessiva del franco svizzero e dall’inflazione estremamente bassa. La riunione di giovedì dovrebbe vedere una conferma dei tassi al -0,75%.
  • Periodo di riferimento: attuale
  • Dato precedente: -0,75
  • Previsione degli analisti: -0,75%

Decisione del tasso di interesse della Banca d’Inghilterra

  • Orario: 13.00
  • Valuta di riferimento: Sterlina inglese (GBP)
  • Meccanismo di impatto:  La banca centrale inglese ha aumentato i tassi di recente, dunque si aspetta una conferma, per quanto l’inflazione sia comunque a livelli alti.
  • Periodo di riferimento: attuale
  • Dato precedente: 0,50%
  • Previsione degli analisti: 0,50%

Calendario economico del 22 giugno 2018

Indice dei prezzi al consumo del Canada

  • Orario: 11.00
  • Valuta di riferimento: Dollaro canadese (CAD)
  • Meccanismo di impatto: L’inflazione è un parametro importante perché rivela lo stato di salute di un’economia e orienta le politiche monetarie. I prezzi dovrebbero aumentare del 2% all’anno. Inflazioni che vanno nella direzione opposta producono deprezzamenti nella valuta.
  • Periodo di riferimento: maggio 2017 – maggio 2018
  • Dato precedente: 1,5%%
  • Previsione degli analisti: 1,5%

Vendite al dettaglio del Canada

  • Orario: 14.30
  • Valuta di riferimento: Dollaro canadese (CAD)
  • Meccanismo di impatto: Le vendite rappresentano un market mover importanti in quanto suggeriscono lo stato dei consumi e orientano l’inflazione, che a sua volta incide sulle politiche monetarie. Il Canada sta vivendo un periodo poco florido dal punto di vista economico, e ciò dovrebbe riflettersi anche sulle vendite.
  • Periodo di riferimento: aprile 2018
  • Dato precedente:-0,2%
  • Previsione degli analisti: -0,2%