L’ultima estate ha visto un protagonista, almeno nei social: Gianluca Vacchi. Il miliardario italiano, amante della bella vita, ha catalizzato l’attenzione dei media con i suoi video, volutamente (o forse no) trash, tutti rigorosamente a tema “bella vita”. Molti si sono chiesti se Gianluca Vacchi ci sia o ci faccia, se tutto quel clamore non sia la punta dell’iceberg di una grossa iniziativa di marketing o sia solo la declinazione di una profonda esigenza narcisistica. Per rispondere a tale quesito è utile capire chi sia realmente Gianluca Vacchi.

Gianluca Vacchi figlio di papà?

La domanda sorge spontanea. Se non fa altro che la classica “bella vita” (a giudicare dai suoi video è stata in vacanza qualcosa come tre mesi su tre), che lavoro fa? Non dovrebbe fare l’imprenditore? La verità, almeno quella propagandata sui giornali è che Gianluca Vacchi, piuttosto che farei soldi, se li gode e basta. Tutto quello che ha lo deve alla sua famiglia. E’ infatti il (non più) giovane rampollo della IMA, una multinazionale made in Italy, originaria dell’Emilia Romagna, che produce e confeziona prodotti farmaceutici. La IMA deve la sua fortuna proprio al padre di Gianluca Vacchi, che inventò, parecchi decenni fa, la confezione delle aspirine.

Immagine Come Ha Fatto i Soldi Gianluca Vacchi

Che ruolo ha il nuovo eroe dei social network in tutto ciò? E’ proprio questo il punto: assolutamente niente. Non si occupa degli affari di famiglia, a quelli ci pensano i suoi fratelli. Anzi, si vocifera che gli abbiano conferito una somma enorme per escluderlo, ovviamente con il suo consenso, dalla gestione dell’azienda. Se ciò fosse vero, avremmo una idea realistica delle capacità di Gianluca Vacchi. Essere pagato per rimanere fuori, beh… La dice molto lunga.

Il Gianluca Vacchi imprenditore

La verità è diversa, ma solo di poco, da quello che si legge su di lui. Gianluca Vacchi, infatti, pur non occupandosi della IMA, è titolare di alcuni marchi. Gestisce addirittura dodici società. Ma, nuovamente, a differenza dei suo Rolex, non è tutto oro quello che luccica.

Il marchio di punta dell’imprenditore (?) bolognese è la GV Lifestyle che nel 2015 ha fatto registrare un bilancio di appena 70.000 euro. Persino peggiori le prestazioni della First Investments Spa, che comprava e vendeva quote di aziende esterne, che però ha visto pignorare le sue, di azioni. Attualmente deve 10,5 milioni alla Banca Popolare di Verona.

A titolo informativo, è d’uopo specificare che Gianluca Vacchi è laureato in Economia e Commercio. A quanto pare, però, non è bastato per fare di lui un imprenditore capace.

Dunque le premesse iniziale sembrano essere confermate. Fermo restando che Gianluca Vacchi fa benissimo a fare quello che vuole fare, e che nessuno è obbligato a diventare un imprenditore di successo, deve la sua ricchezza esclusivamente alla sua famiglia. In particolare al padre, un uomo dal vissuto straordinario.